Casa Museo Villa Saffi

Casa Museo Villa Saffi

A Villa Saffi, Aurelio, amico fraterno di Giuseppe Mazzini, triumviro della Repubblica Romana, amava risiedere e proprio in questo luogo morì, il 10 aprile 1890. L'edificio era stato convento dei Gesuiti e divenne proprietà della famiglia Saffi nel 1740, acquistato da Tommaso, bisnonno di Aurelio, che ne fece la residenza di villeggiatura.
La Villa fa parte del circuito “Case Museo dei poeti e degli scrittori di Romagna” e dell'Associazione nazionale “Case della Memoria” e conserva arredi d'epoca, libri e cimeli di straordinario interesse, anche di Mazzini, che vi fu ospite in diverse occasioni.
La Villa, circondata da un parco di platani, cipressi, magnolie e altri alberi secolari, fu anche la sede di riunioni segrete dei carbonari e, in quanto tale, indicata in linguaggio cifrato come “Vendita dell'Amaranto”.

Per saperne di più:

Case Museo dei Poeti e degli Scrittori di Romagna
Associazione Nazionale Case della Memoria
Visita il portale del Patrimonio culturale dell'Emilia-Romagna
Ulteriori Informazioni
Fotogallery
Villa Saffi, Esterno di notte, Luca Massari Villa Saffi, Salone, Costantino Ferlauto Villa Saffi, Esterno al tramonto, Luca Massari Villa Saffi, Esterno, Costantino Ferlauto Villa Saffi, Sala del ping pong, Costantino Ferlauto Villa Saffi, Studio, Costantino Ferlauto
Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (839 valutazioni)

Casa Museo Villa Saffi - Comune di Forlì : TURISMO e CULTURA

Turismo & Cultura - Comune di Forlì : TURISMO e CULTURA